trovati 2 ara ararauna – parma

Due pappagalli tropicali, dagli splendidi colori, blu e giallo, sono stati avvistati tra le alte cime di conifere nel Centro Recupero Animali Selvatici di Carrega. Si cibano di frutta, ma si teme per l’arrivo dei primi freddi
Una richiesta di soccorso per due pappagalli smarriti è arrivata da parte del Centro Recupero Animali Selvatici del Parco Regionale Boschi di Carrega. Due splendidi pappagalli di origine tropicale, di enormi dimensioni e dai colori forti, vivaci, blu e giallo. Volano tra le alte conifere e si nutrono di noci e frutta. Sono stati notati sabato, intorno alle 13, si è cercato in qualche modo di avvicinarli per provare a trasferirli in un Centro più idoneo, ma le operazioni non sono andate a buon fine.

“Non si trovano qui sicuramente per problemi di migrazione, – spiega la Direttrice del Parco, Margherita Corradi – ma sono stati sicuramente importati”. I due pappagalli, abituati probabilmente a vivere in cattività, una volta esaurito il cibo trovato a disposizione nei frutteti del parco, e con l’arrivo dei primi freddi autunnali, saranno chiamati ad affrontare una dura prova di sopravvivenza.

I due esemplari sono originari dell’America centrale e dell’America del Sud, appartengono al genere ARA, hanno un corpo compatto e una lunga coda, con taglie che variano dai 30 ai 90 centimetri. Alcune di queste specie si sono adattate alla cattività, altre invece sono ormai rare anche in natura e le cause possono essere molteplici, dal commercio alla distruzione della foresta tropicale.
(16 novembre 2008) linkSostieni il sito, cliccando sugli sponsor.

 

Appelli correlati: